Home»Arte»“EMOZIONI ARTIGIANE”, LA MOSTRA-MERCATO DELLE ECCELLENZE ARTIGIANE VERONESI: DAL MOBILE PER YACHT AL PORTAFOGLIO IN TELA DI VELA

“EMOZIONI ARTIGIANE”, LA MOSTRA-MERCATO DELLE ECCELLENZE ARTIGIANE VERONESI: DAL MOBILE PER YACHT AL PORTAFOGLIO IN TELA DI VELA

0
Shares
Pinterest Google+

Dal portafoglio in pelle e tela da vela alla scarpa in fibra di legno, dal gioiello in argento e pietra alloggetto d’arredo ricavato sezionando le bricole veneziane. A Emozioni Artigiane ogni regalo di Natale da mettere sotto l’albero è unico, su misura e soprattutto Made in Verona.

Il mio più bel regalo di Natale sarebbe una crescita economica più robusta, ma tra questi 28 banchi si può trovare davvero di tutto per un regalo originale” ha commentato il Presidente della della Camera di Commercio di Verona, Giuseppe Riello, che ha organizzato la manifestazione a Palazzo della Gran Guardia in collaborazione con le associazioni di categoria, Confartigianato, Cna e Casartigiani.

Molte di queste aziende sono giovani, utilizzano materiali innovativi, – ha concluso Riello – sono frutto di riconversioni da settori maturi, come quello del mobile, hanno saputo trovare una particolare nicchia di mercato e vendono on-line, un bell’esempio per il comparto dell’artigianato che purtroppo ancora in sofferenza“.

All’apertura della mostra-mercato hanno partecipato l’assessore al Commercio, Marco Ambrosini che Comune che ha sottolineato la valenza di iniziative come questa e i rappresentanti delle associazioni artigiane, Andrea Prando, Andrea Bissoli e Angiolina Mignolli.

Sui banchi tra il loggiato e la buvette della Gran Guardia si può trovare il portafoglio in pelle toscana e tela di vela, realizzato da una newco di trentenni o le ballerine in fibra di legno proposte da quattro calzolai che vendono, solo su misura e su ordinazione direttamente nel loro laboratorio. Mentre alcuni vendono sul passaparola, altri hanno utilizzato i social per promuovere il passaggio dalla lavorazione di accessori in pelle alla specializzazione in bretelle.

Le “tiracche” si vendono on-line e bene. Riconversione anche per un mobiliere di Cerea, che ha sfruttato antichi studi di disegno per produrre maschere veneziane in ottone e oggettistica, bagnate in oro, argento e con cristalli swarosky. Un businesse che va a gonfie vele da 10 anni. Un altro mobiliere si è specializzato in arredamenti art-decò per motor-home, i tir trasformati in accoglienti alloggi per attori, artisti, piloti, e yacht.

Alcuni, utilizzano materiali vecchi e nuovi per creare mobili modernissimi, ma dal sapore retrò. Con un tocco di inventiva, un ramo diventa una lampada e un comodino diventa un wine corner, dotato di cestello, porta bicchieri, porta bottiglie e vassoio. Il tutto a scomparsa e estraibile. L’inventiva e la fantasia non hanno limiti, ci si può far personalizzare una t-shirt al momento, come scegliere tra decine di modelli di sneakers di tutti i colori e materiali, pelliccia inclusa. C’è anche chi mantiene la rotta sempre sullo stesso prodotto: come l’impresa famigliare che realizza i pavimenti alla veneziana di decine di ville in Costa azzura, Russia e persino il Teatro Nazionale dell’opera di Doha (Emirati Arabi Uniti). O chi mantiene la tradizione tramandandola alla seconda generazione, come il decoratore di oggetti in vetro.

Gli articoli esposti dalle 28 botteghe artigiane di Emozioni Artigiane sono in mostra tutti i giorni  fino al 23 dicembre, dalle 9,30 alle 22 nel week end dalle 14 alle 22 nei giorni lavorativi.