0
Shares
Pinterest Google+

Nella giornata di ieri 4 agosto 2021, nell’Aula Magna della sede Staccata del Conservatorio di Musica “Cesare Pollini” in via Giovanni Bertacchi 15 a Padova, si sono svolte le selezioni della seconda edizione del Premio Internazionale Claudio Scimone 2021 dedicato al rotariano fondatore dell’Orchestra de “I Solisti Veneti”. Un concorso quindi riservato agli archi, e perciò rivolto a giovani violinisti, violisti, violoncellisti e contrabbassisti.

premio “Giuseppe Tartini” violoncellista Raphael Repetto

Il Premio, istituto da Rotary Club Padova e da Inner Wheel Club Padova 2 CARF, quest’anno ha visto tradurre il generoso impegno della famiglia Pancolini nella creazione di nuove e importanti sezioni.

Moltissime le candidature pervenute alla Giuria composta dal Maestro Nicola Guerini, Presidente di Giuria; Clementine Hoogendoorn Scimone, Giurato ad honorem; Giuliano Carella, Direttore Artistico de “I Solisti Veneti”; Lucio Degani, primo violino solista de “I Solisti Veneti” ed Elio Orio, Direttore del Conservatorio di Musica Cesare Pollini. 

Una platea di concorrenti giunti da tutta Italia: “Dopo la prima edizione del Premio con la vittoria del violinista Teofil Milenkovic – spiega Nicola Guerini, Presidente della Giuria – il concorso si è rinnovato nell’eccellenza. La differenza tra la prima e la seconda edizione è aver rilevato nei concorrenti una postura di concorso internazionale”.

Una giornata intensa per la Giuria, che ha iniziato alle 10.30 e concluso alle 20.00 l’audizione dei 23 giovani candidati reputati idonei alla selezione per aggiudicarsi una delle sezioni del Premio.

Ecco i vincitori:

il Premio Internazionale Claudio Scimone 2021 (5000 euro) è stato assegnato al violinista salernitano Giuseppe Gibboni, nato nel 2001 a Oliveto Citra, che ha eseguito di J.S.Bach la Sonata for Violin Solo No. 1 in G Minor, BWV 1001:-Fuga e di H.Wieniawski le “Variations on an original theme”.

premio “Giuseppe Tartini” violoncellista Francesco Stefanelli

Il premio “Giuseppe Tartini” (4000 euro) vede invece un ex aequo tra due violoncellisti: Francesco Stefanelli e Raphael Repetto (che si aggiudicano quindi rispettivamente 2000 euro).

Francesco Stefanelli nato nella Repubblica di San Marino nel 1999 ha eseguito di S. Prokofiev la “Sinfonia Concertante op. 125”: Primo Movimento – Andante, e di N. Paganini le “Variazioni sul Mosè”.

Mentre il meranese Raphael Repetto, classe 2004, invece ha eseguito di C. Saint-Saens “Concerto per violoncello in La minore: I Movimento” e di L.V. Beethoven le Variazioni sul tema “Bei Männern welche Liebe fühlen” WoO 46.

Si aggiudica il “Premio Giovane Talento” (2000 euro) il giovanissimo violinista palermitano Gianni Burriesci, appena dodicenne, nato a Partinico, e che ha eseguito di  H. Wieniawsky “Légend Op.17”, e di P. De Sarasade Zigeunerweisen “Op.20”.

Conclude il Maestro Guerini: “Il livello dei partecipanti della II Edizione è stato di alto livello tecnico e musicale. Un lavoro piuttosto impegnativo per la Giuria che ha individuato musicisti dalle grandi capacità espressive”.

I vincitori si esibiranno nel concerto di domenica 5 settembre 2021 alle ore 20.30 all’Auditorium Pollini di Padova, concerto organizzato da “I Solisti Veneti” per commemorare il loro fondatore.