Home»Cronaca»PADOVA, ULTIMA FASE PROGETTO EUROPEO “FAKE OFF”, RICONOSCERE E SMASCHERARE LE FAKE NEWS

PADOVA, ULTIMA FASE PROGETTO EUROPEO “FAKE OFF”, RICONOSCERE E SMASCHERARE LE FAKE NEWS

0
Shares
Pinterest Google+

Sono attesi a Padova, domenica 1 settembre, i 20 giovanissimi partecipanti allo scambio previsto dal progetto europeo FAKE OFF! – Fostering Adolescents’ Knowledge and Empowerment in Outsmarting Fake Facts (trad. “Promuovere la conoscenza e l’empowerment degli adolescenti nello smascherare i fatti falsi”), un progetto di partenariato strategico Erasmus+ nell’ambito della Gioventù, che ha l’obiettivo di promuovere l’alfabetizzazione sui media (in particolare online) fra i giovani, creare consapevolezza sulla disinformazione intenzionale e fornire strumenti per identificare ed evitare le fake news (notizie false).

A promuovere questo progetto, che ha ottenuto il patrocinio del Comune di Padova e la collaborazione di Progetto Giovani, sono 7 organizzazioni europee: le austriache Bit Schulungscenter, LOGO Jugendmanagement e ÖIAT, la tedesca YEPP Europe, la portoghese Future Balloons, la spagnola GoEurope-Asociación intercultural Europea e per l’Italia Jonathan Cooperativa Sociale, realtà operante nella provincia di Padova.

Nel corso dello Youth exchange, in programma dall’1 al 7 settembre all’Ostello Casa a Colori di Padova, i giovani partecipanti (tutti tra i 13 e i 19 anni), oltre a confrontarsi sul tema delle Fake News, avranno modo di conoscere meglio i Social Networks e approfondire l’uso di strumenti utili per destreggiarsi nel mare di informazioni (spesso false), che tutti i giorni appaiono sui nostri schermi. Le attività saranno dinamiche, basate sull’educazione non formale e permetteranno ai partecipanti di acquisire nuove abilità e competenze, facendo esperienza in prima persona. Tutti avranno la possibilità di mettersi in gioco, di sperimentarsi e di confrontarsi sul tema ‘Social media e fake news’, con altri giovani europei provenienti Spagna, Portogallo, Austria ed Italia.

Non solo: ai partecipanti sarà affidato il delicato compito di testare la nuova App pensata per i giovani, che includerà attività basate sul gioco, contenuti e una piattaforma di segnalazione sulle notizie false. Questo strumento è stato sviluppato da un team internazionale di esperti secondo un concetto didattico innovativo e fa parte di una serie di nuovi strumenti digitali multilingua (inglese, tedesco, portoghese, spagnolo, italiano), per promuovere l’alfabetizzazione mediatica a scuola e nei centri di informazione per i giovani o altri contesti legati al mondo giovanile.

Questi strumenti verranno ultimati nei prossimi mesi, anche alla luce di quanto emergerà dallo Youth exchange, e saranno messi a disposizione gratuitamente, entro l’inizio del 2020 sul sito www.fake-off.eu.

«In un’epoca in cui le “notizie false” e i “fatti falsi” non sono solo parole alla moda ma minacce reali ai valori democratici, le persone – e soprattutto i giovani – hanno bisogno di essere consapevoli del problema e di essere in grado di riconoscere i diversi tipi di informazioni che si trovano sul web, nonché di sviluppare strategie per identificare ed evitare la disinformazione intenzionale» dichiarano gli organizzatori del progetto.

«Il nostro obiettivo finale è costruire insieme agli altri partner europei proprio un pacchetto di strumenti adeguati, utili anche agli operatori giovanili e agli insegnanti, per supportare i giovani in questo processo di apprendimento» aggiunge Antonella Dorio, presidente di Jonathan Cooperativa Sociale.

«Il Comune di Padova sente la responsabilità di promuovere iniziative come questa, perché è necessario fin da giovani sviluppare un approccio critico all’informazione e certamente la condisizione e il dialogo con coetanei provenienti da altri Paesi sono strumenti indispensabili» spiega Enrico Fiorentin, consigliere delegato alle Politiche Giovanili del Comune di Padova.

«La diffusione di notizie false o non verificate tradisce non solo i lettori, ma anche chi fa informazione in maniera seria, che va tutelato. Mercoledì 4 settembre accoglieremo i giovani partecipanti a Palazzo Moroni per portare loro il saluto della Città. Entro la fine dell’anno poi, sempre qui a Padova, ospiteremo l’evento conclusivo del progetto Fake Off, con la presentazione ufficiale del pacchetto di strumenti digitali multilingua».