Home»Economia»VOUCHER PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLE PMI

VOUCHER PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLE PMI

0
Shares
Pinterest Google+

Le domande potranno essere presentate dalle imprese, esclusivamente tramite la procedura informatica che sarà resa disponibile in questa sezione, a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018. Già dal 15 gennaio 2018 sarà possibile accedere alla procedura informatica e compilare la domanda. Per l’accesso è richiesto il possesso della Carta nazionale dei servizi e di una casella di posta elettronica certificata (PEC) attiva e la sua registrazione nel Registro delle imprese.

Alla  misura  denominata  “Voucher  per   la digitalizzazione delle micro, piccole e  medie  imprese”  localizzate nella  macroarea  territoriale  del  Centro-Nord finanzia e assegna 67.456.321 di euro  euro  per le risorse FSC 2014-2020. Il finanziamento è suddivito nel trennio 2017-2019.

L’assegnazione di 67.456.321 di euro , con quella già decretata il 7  luglio  2016  di  32.543.679 euro (destinata alle imprese localizzate nelle regioni del Mezzogiorno), raggiungerà il tetto totale finanziabile di 100 milioni di euro che è ripartito proporzionalmente al numero delle imprese registrate presso le CCIAA attive nelle singole regioni, ovvero:

Il voucher è utilizzabile per l’acquisto di software, hardware e/o servizi specialistici che consentano di:

  • migliorare l’efficienza aziendale;
  • modernizzare l’organizzazione del lavoro, mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro;
  • sviluppare soluzioni di e-commerce;
  • fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;
  • realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

Ciascuna impresa può beneficiare di un unico voucher di importo non superiore a 10 mila euro, nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili; inoltre gli acquisti devono essere effettuati successivamente alla prenotazione del Voucher.

Qualora l’importo complessivo dei Voucher concedibili sia superiore a 100 milioni di euro, il Ministero procede al riparto delle risorse in proporzione al fabbisogno derivante dalla concessione del Voucher da assegnare a ciascuna impresa beneficiaria. Tutte le imprese ammissibili alle agevolazioni concorrono al riparto, senza alcuna priorità connessa al momento della presentazione della domanda.

Normativa